United Movement of Pixels
Galleria fotografica d'autore di Iacopo Iacopini

English version english

Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM – Recensione

Autore: Iacopo I.
Data: domenica, 19 20 Settembre10
Leggi le altre recensioni in: Obiettivi
Condividi con i tuoi amici: Mi piace       
Sfoglia altre recensioni:
  

Il Canon EF 100mm f/2.8 Macro USM è uno degli obiettivi che amo di più. Nato dall’esigenza di fornire un ottimo prodotto a costi accessibili ad un pubblico di fotografi appassionati ed esigenti quest’ottica a focale fissa ha confermato ogni più rosea aspettativa. Le caratteristiche che rendono così speciale quest’oggetto sono molte ma vediamo di procedere per ordine.

Già al primo colpo d’occhio l’obiettivo da un senso di robustezza e stabilità, anche se non è della serie L i materiali con cui è costruito non danno assolutamente la sensazione di avere qualcosa di plasticoso tra le mani. Il peso contenuto di 625g risulta ben distribuito lungo tutto il corpo dell’obiettivo (118,6mm di lunghezza x un diametro di 78,76mm) rendendolo così particolarmente equilibrato anche montato sul corpo macchina.

Grazie al continuous focusing l’ottica è capace di mettere a fuoco qualunque soggetto sia posizionato tra una distanza minima di 14,9cm e infinito senza alcun intervallo. Il motore dell’autofocus Ultrasonico (USM) garantisce incredibili accuratezza, velocità e silenzio nella messa a fuoco anche in caso di passaggio diretto dalla minima distanza ad infinito.

Schema lenti canon ef 100mm macro

Schema lenti canon ef 100mm macro

Un’altra delle caratteristiche costruttive decisamente apprezzabili è dovuto alla scelta di adottare un meccanismo di messa a fuoco interno (internal focusing) basato su un meccanismo con due gruppi di lenti interne che si muovono in avanti ed indietro [vedi diagramma]. La soluzione permette all’obiettivo di non variare mai la propria lunghezza e di non ruotare la lente frontale nel corso della messa a fuoco. Anche se a prima vista possono apparire come caratteristiche trascurabili sul campo possono invece rivelarsi di grande aiuto visto l’utilizzo in spazi ristretti a pochi centimetri dall’oggetto e con l’utilizzo di lenti aggiuntive, filtri in gelatina, filtri polarizzatori o i flash macro tipo il Macro Ring Lite MR-14EX.

L’obiettivo è predisposto di un eccellente meccanismo di frizione che permette in qualunque momento di aggiustare la messa a fuoco automatica con un intervento manuale sull’apposita ghiera. Spesso capita di avere ramoscelli o oggetti ravvicinati che possono disturbare l’inquadratura ed in questo caso il meccanismo di full-time manual focus è un vantaggio non trascurabile.

Dal punto di vista ottico i risultati ottenuti con questa lente sono senza mezzi termini entusiastici. La nitidezza dei particolari, il contrasto ben bilanciato e la resa dei colori sono fenomenali soprattutto tenendo conto del prezzo del tutto ragionevole di quest’obiettivo e del fatto che non sia stata dotata della L riservata alle ottiche professionali. Non di rado mi è capitato di andare in giro solo con quest’obiettivo montato sul mio corpo macchina, magari perdendomi qualche interessante scorcio panoramico ma regalandomi però il piacere dei più nitidi dettagli. Un altro utilizzo per cui vale la pena provarlo è quello dei ritratti e dei primi piani sia con luce naturale che artificiale. L’apertura massima di 2.8 ed una naturale luminosità permettono di sfruttare anche le luci ridotte degli interni delle abitazioni senza dover forzare troppo con gli ISO.

Caratteristiche tecniche:

  • Angolo di campo diagonale: 24°
  • Struttura obiettivo: 10 elementi in 9 gruppi
  • N. di lamelle del diaframma: 8
  • Apertura minima: 32
  • Minima distanza di messa a fuoco: 0,31m
  • Ingrandimento massimo (x): 1
  • Attuatore AF: USM
  • Diametro filtro: 58mm 

 Montato sulla Canon EOS 7D il Canon EF 100mm Macro USM f/2.8 si comporta egregiamente e grazie al fattore di crop del sensore della macchina fotografica di seguito un esempio delle reali dimensioni fotografate alla minima distanza di messa a fuoco. L’immagine è stata scattata su una carta millimetrata per cui ogni quadratino visibile ha le dimensioni di 1mm x 1mm. La prova permette di verificare come si riesca a fotografare un’area di circa 21,5mm x 15,3mm senza montare alcun tubo prolunga o lente addizionale:


ALTRE GALLERIE CASUALI
Bibì e Bibò
Bibì e Bibò
Fotografo: Iacopo I.

Bibì e Bibò sono due gatti che crescono alla svelta. Ricordo ancora i primi giorni quando Emma ha deciso di allattarli lasicati solo dalla loro madre.

La magia dell’accoppiamento della Lumaca – Limax maximus
La magia dell’accoppiamento della Lumaca – Limax maximus
Fotografo: Iacopo I.

Durante l’accoppiamento le lumache terrestri (Limax Maximus) rimangono appese ad un filamento e si avvolgono unendo i loro organi riproduttivi azzurri in uno spettacolo insolito ed acrobatico. Macrofotografia.

Sfinge del Convolvulo (Agrius convolvuli) – Macrofotografia
Sfinge del Convolvulo (Agrius convolvuli) – Macrofotografia
Fotografo: Iacopo I.

Macrofotografie di un esemplare di Sfinge del Convolvulo (larva di Agrius convolvuli), il bruco è caratterizzato da un corno sulla fronte.



Lascia un commento