United Movement of Pixels
Galleria fotografica d'autore di Iacopo Iacopini

English version english

Canon EOS 7D – Caratteristiche ed impressioni

Autore: Iacopo I.
Data: sabato, 04 Settembre 2010
Leggi le altre recensioni in: Macchine fotografiche
Condividi con i tuoi amici: Mi piace       
Sfoglia altre recensioni:
  

La Canon EOS 7D è stata lanciata sul mercato dalla Canon nel settembre del 2009 dopo le prime indiscrezioni che già da qualche mese ne preannunciavano l’atteso arrivo. Fina da subito le caratteristiche di questa semi professionale hanno attirato l’attenzione dei molti alla ricerca di un apparecchio fotografico di alto livello ad un prezzo relativamente contenuto. Il sensore da 18 Mpixels, una velocità di scatto a ripetizione fino a 8 foto per secondo, la sensibilità dichiarata fino a ISO 12.000, la possibilità di riprendere video full HD 1080 sono solo alcune delle sorprese che la casa giapponese ha inserito in questa nuova nata.

Ho acquistato il corpo ad inizio 2010 in sostituzione della mia vecchia Canon EOS 20D che aveva ben svolto il suo dovere per due anni abbondanti. Le prime impressioni sono state naturalmente notevoli e da allora non ho che avuto modo di confermare la piacevole sensazione di robustezza e qualità che questo corpo macchina regala. Ho considerato e tutt’ora considero la 20D un gioiellino della tecnologia, di ottima fattura e capace di dare al fotoamatore tutto quello di cui ha bisogno, ma indubbiamente con la 7D tra le mani si ha la sensazione di un notevole passo in avanti.

La macchina è ben realizzata dal punti di vista dei materiali con cui è costruita e dalle dimensioni. Il grip è eccellente e la sensazione tattile è quella data dai materiali di pregio, robusti e difficilmente graffiabili. Risulta ben bilanciata e l’impugnatura è a dir poco perfetta ne troppo piccola da dare la sensazione di poter perdere di mano la 7D ne troppo grande da rendere la tenuta difficoltosa. All’inizio avrei voluto comprare una di quelle cinghie che servono a saldare il corpo alla mano, ma con il tempo ho rivalutato l’acquisto vista la facilità estrema, l’equilibrio e la sensazione di sicurezza che regala questa impugnatura.

La disposizione dei tasti supera se stessa. Gli ingegneri hanno lavorato alla grande per mettere ogni funzione al suo posto in modo elegante e fruibile. Certo l’innumerevole presenza di funzioni ha reso necessario spargere per tutto il corpo ben 22 bottoni e 3 rotelle di vario genere, ma vi assicuro che le funzioni base sono dove devono essere e le altre poco più lontane. Essendo poi già abituato al layout della Canon EOS 20D devo dire che mi sono bastati pochi secondi per prendere contatto con il corpo e un tempo relativamente breve per potermi sbizzarrire mettendo in moto pollice e indice.

Vediamo nel dettaglio le principali caratteristiche della Canon EOS 7D:

  • Sensore Canon CMOS da 18 Megapixel APS-C con un fattore di riduzione di 1,6x rispetto alle macchine fotografiche full frame.
  • Scatto a raffica fino a 8 foto al secondo per un totale di 126 foto JPEG consecutive o 15 RAW, con una profondità di colore a 14 bit in formato RAW.
  • Velocità dell’otturatore impostabile da 30 secondi a 1/8000 di secondo più posa B. Possibilità di utilizzare il “silent shooting” in modalità live view per foto senza necessità di alzare lo specchio.
  • Sensibilità impostabile da 100 fino a 6.400 ISO, ma espandibile fino a 12.800 per foto in oscurità
  • Mirino con copertura del 100% dell’inquadratura con presenza dei principali comandi e l’indicazione della livella orizzontale e verticale per foto perfette.
  • 19 punti di messa a fuoco disposti a croce
  • Sistema di gestione esposizione e messa a fuoco iFCL che si basa su 63 zone per la definizione del colore e della messa a fuoco
  • Processore doppio “DIGIC 4” per prestazioni eccezionali nella elaborazione delle immagini, riduzione del rumore, registrazione dei video in full HD garantendo una lunga durata della batteria. In 0.4 secondi è possibile accendere la macchina fotografica ed iniziare a scattare.
  • Registrazione video Full HD 1080 con un frame rate fino a 30 frame per secondo
  • Trasmettitore per flash Speedlite integrato per controllo da remoto dei flash esterni
  • Flash incorporato nel corpo macchina grandangolare che copre un’area fino a 15mm
  • LCD da 3 pollici nitidissimo con tecnologia Clear View II capace di riprodurre immagini ad altissima definizione e ottimi colori anche in presenza di fonti di luce e pieno sole
  • Possibilità di scattare fotografie in modalità Live View in cui l’immagine dell’obiettivo viene presentata direttamente sul display LCD assieme ai parametri principali utilizzati dalla macchina fotografica
  • Corpo in lega di magnesio con resistenza agli agenti atmosferici grazie ad una guarnizione che previene l’ingresso di polvere ed umidità.
  • Sensore dotato del sistema di pulizia integrato basato su tecnologia EOS ICS
  • Tipo di memoria utilizzabile: Compact Flash  1 e 2
  • Montatura obiettivi con attacco Canon EF o EF-S
  • Batteria (battery pack LP-E6) a ioni di litio che garantisce fino ad 800 scatti (CIPA standard).
  • Dimensioni 148 x 111 x 74 mm (5.8 x 4.4 x 2.9 in)
  • Peso 945 g (33.3 oz) batteria inclusa

Iacopo I.
http://www.mvmnt.it/


ALTRE GALLERIE CASUALI
Giocando con un vetro opaco
Giocando con un vetro opaco
Fotografo: Iacopo I.

Era freddo fuori in quei giorni e la neve ricopriva ogni singola pietra. Dentro invece era caldo e c’era il legno a rendere il tutto ancora più accogliente. I cuscini morbidi, il letto soffice e la fredda luce attraverso il ghiaccio sulle finestre. Un vetro nel mezzo alla stanza ed un esperimento per dare alla mente una grande scusa per giocare.

Bibì e Bibò
Bibì e Bibò
Fotografo: Iacopo I.

Bibì e Bibò sono due gatti che crescono alla svelta. Ricordo ancora i primi giorni quando Emma ha deciso di allattarli lasicati solo dalla loro madre.

Ritratti di Turchia
Ritratti di Turchia
Fotografo: Iacopo I.

Un viaggio in Turchia può essere abbastanza per ritrovarsi innamorato di ogni cosa ti circondi. In bianco e nero o a colori la mia immaginazione ogni tanto torna di nuovo da quelle parti grazie a queste fotografie.



Lascia un commento