United Movement of Pixels
Galleria fotografica d'autore di Iacopo Iacopini

English version english

Araneus diadematus – Il ragno crociato

Fotografo: Iacopo I.
Sfoglia le altre gallerie in: Natura e Animali
Condividi con i tuoi amici: Mi piace       
Sfoglia altre gallerie:
  

Araneus diadematus - Ragno crociato - macro fotografia

Araneus diadematus - Ragno crociato - macro fotografia

Araneus diadematus è il nome scientifico di uno dei ragni più diffusi in tutta Europa e noto come il ragno crociato. Questo ragno si è guadagnato il nome di crociato per la disposizione a croce delle tipiche macchie chiare dorsali. Il colore di base può variare molto e sfumare su molte tonalità tra il rosa, il marrone chiaro o scuro. Le sue dimensioni non sono trascurabili ma comunque il corpo non supera solitamente i 2-3cm di lunghezza.

Il ragno crociato ha un carattere schivo e tende a darsi alla fuga se infastidito dall’uomo per il quale tra l’altro non rappresenta per niente una minaccia. Anche in caso di puntura il pizzicore sarebbe leggerissimo ed inferiore a quello provocato da un’ape o una vespa. Questa specie passa il suo tempo al centro di una ragnatela di seta orbicolare che può raggiungere le dimensioni di oltre 40cm che oltre ad esserne la dimora è anche il meccanismo utilizzato per intercettare insetti di varie dimensioni da immobilizzare e mangiare.

La ragnatela generata dal ragno crociato si sviluppa in aria solitamente tra i rami di grandi piante. Il ragno rimane in ascolto con le proprie zampe per eventuali vibrazioni generate da insetti che rimangono intrappolati nella ragnatela. Una volta intercettato un insetto delle dimensioni adeguate prima di nutrirsi della preda questa viene immobilizzata ed avvolta all’interno di un bozzolo di ragnatela. Ogni notte il ragno provvede a mangiare l’intera ragnatela comprensiva delle prede catturate il giorno precedente in modo da riacquisire le proteine per la tessitura del nuovo filo per la nuova costruzione.


ALTRE GALLERIE CASUALI
Cavalcando a fil di fiato
Cavalcando a fil di fiato
Fotografo: Iacopo I.

Fotografie di purosangue durante un giorno di corse ad ostacoli di cavalli all’ippodromo di San Rossore, Pisa

Bibì e Bibò
Bibì e Bibò
Fotografo: Iacopo I.

Bibì e Bibò sono due gatti che crescono alla svelta. Ricordo ancora i primi giorni quando Emma ha deciso di allattarli lasicati solo dalla loro madre.

La magia dell’accoppiamento della Lumaca – Limax maximus
La magia dell’accoppiamento della Lumaca – Limax maximus
Fotografo: Iacopo I.

Durante l’accoppiamento le lumache terrestri (Limax Maximus) rimangono appese ad un filamento e si avvolgono unendo i loro organi riproduttivi azzurri in uno spettacolo insolito ed acrobatico. Macrofotografia.



2 Commenti Segui i commenti di questa galleria


  1. Grazie per le informazioni, dopo tre sabotaggi mattutini alla ragnatela, che il ragnetto ha ricostruito sempre più grande e bella, ho deciso che non interferirò più con la sua esistenza, soprattutto ora che so che è praticamente innocuo. Sperando che non decida di trasferirsi nel mio letto. Oggi una persona mi ha chiesto se ho animali. Si, un ragno, ho risposto.

    Ago 05, 2011 @ 20:09 by Massimo


  2. Salve ho catturato un ragno e non Capisco che specie è come faccio ad identificarlo ho scattato pure delle foto

    Dic 06, 2018 @ 21:32 by Serra Leonardo

Lascia un commento